Blefaroplastica

La Blefaroplastica è uno degli interventi estetici mirati al ringiovanimento del viso e che riguarda le palpebre o comunque lo sguardo.

L’espressività degli occhi infatti è determinata proprio dalla quantità e dalla qualità della pelle in termini di elasticità e turgore che danno corpo alle emozioni.

Con il passare del tempo, lo stress, gli agenti atmosferici o per questioni di conformazione ereditaria dello sguardo, si verifica una “calatiodella palpebra superiore o inferiore. Compaiono quindi le rughe ai lati (le cosiddette “zampe di gallina“), le borse, le occhiaie e lo sguardo perde di vigore e appunto di giovinezza.

L’intervento di Blefaroplastica prevede un consulto pre-chirurgico, al fine di verificare lo stato di salute generale del paziente, anche con esami del sangue mirati ed eventuali allergie ai farmaci nonché patologie pregresse che non siano incompatibili con lo stesso intervento.

Due settimane prima vanno sospesi tutti quei farmaci che possono interferire con l’intervento e in particolare quelli contenenti acido acetilsalicilico, come per esempio l’aspirina.

La durata di una Blefaroplastica può andare da un minimo di un’ora circa a un massimo di due, ma è sempre relativa al tipo di di trattamento, cioè all’intervento solo sulla palpebra superiore, solo su quella inferiore, su entrambe e su altri inestetismi da correggere come sopra elencato.

Per quanto riguarda la Blefaroplastica sulla palpebra superiore, la stessa viene trattata eliminando la pelle in eccesso, che viene quindi asportata facendo coincidere la cicatrice con l’attaccatura al bordo cigliare. In tal modo è facile che venga camuffata a seguito della guarigione delle ferite e che non sia affatto visibile, con un risultato del tutto naturale. Questo tipo di tecnica è detta “ptosi delle palpebre superiori“.

La palpebra inferiore invece viene trattata per ridurre i lipomi, accumulo adiposo correntemente chiamato con il nome di “borse“. Questo grasso si accumula non solo per gli anni che passano ma potrebbe anche essere dovuto a una questione di costituzione. Anche in questo caso la cicatrice non dovrebbe essere visibile in quanto viene praticata dall’interno, per cui si crea un accesso per via sott’orbitale.

Lo stesso grasso, una volta asportato, può essere riutilizzato per eventuali riempimenti che riguardano le rughe in corrispondenza dell’angolo esterno dell’occhio (zampe di gallina). Si esegue quindi il cosiddetto trattamento “autologo” in quanto il materiale usato viene prelevato dal paziente stesso. Nel caso in cui non sia necessaria una Blefaroplastica della palpebra inferiore, il grasso può essere prelevato attraverso una siringa anche da altre parti del corpo.

Per accedere a questa zona si pratica un’incisione ancora una volta sul bordo cigliare, in modo che anche se presente, la cicatrice rimanga poco visibile.

Molti pazienti, temendo proprio la visibilità delle incisioni, richiedono il trattamento con il laser, che è più preciso e meno invasivo. Alla luce però delle moderne tecniche, che prevedono appunto incisioni strategiche nascoste, non è più necessario. Sta comunque alla discrezione del chirurgo estetico decidere in base al singolo caso.

In concomitanza con la Blefaroplastica si possono anche eseguire altri trattamenti sempre finalizzati al ringiovanimento dello sguardo, come il lifting delle sopracciglia o l’uso del laser ablativo per delle leggere correzioni.

Per quanto riguarda il trattamento delle occhiaie, che compaiono soprattutto a causa dell’invecchiamento e di una ridotta vascolarizzazione locale, si utilizza la tecnica del lipofilling.

Le occhiaie infatti, oltre ad assumere una colorazione scura, creano una rientranza orbitale che viene “riempita” con grasso autologo che corregge la linea dell’occhio.

L’intervento di Blefaroplastica si svolge in anestesia locale e nel giro di 48 ore il paziente può uscire dall’ospedale. Nei giorni successivi si possono manifestare edemi, tumefazioni, lacrimazione e un leggero bruciore, ma passano entro poco tempo.

È necessario seguire una terapia antibiotica e i risultati definitivi si possono apprezzare dopo circa 4 settimane dall’intervento.

Il costo medio di una Blefaroplastica varia in base al numero e al tipo di trattamenti associati.

Veneto | Padova e provincia